Biologico è più di un marchio o di una certificazione: biologico significa qualità e convinzione nell’uso responsabile delle risorse naturali. Produciamo cibi sani, per un corpo sano, tutelando l’ambientelogo_bio

In un mondo dove il cibo è adulterato e poco adatto alla nutrizione, troverete succhi e conserve come si mangiavano una volta, fatti con frutta e verdure raccolte nell’orto di casa

2014-11-22 18.02.062014-11-22 18.00.37 2014-11-22 18.00.23

Vi offriamo una vasta scelta di prodotti biologici, vegetariani, e “cruelty free”.

Privi di conservanti artificiali DSC03383
No OGM
Senza colori artificiali
Senza additivi chimici
Coltivati con metodo biologico
Sani e non adulterati
Cruelty free

La nostra attività si basa su metodi di coltivazione biologici e biodinamici, pensati per ottimizzare l’utilizzo delle risorse locali e per migliorare la qualità delle produzioni.

Succo e conserve bio, marmellata, frutta, carciofi e verdure di stagione sono prodotte per la comunità locale e per i consumatori internazionali. L’azienda fornisce soluzioni per ridurre i trasporti, coniugando il meglio dei metodi tradizionali con la tecnologia del 21 ° secolo.

trebbiano1UVA, ORTAGGI, FRUTTA E LA LORO TRASFORMAZIONE

Il nostro succo d’uva biologico e gli altri prodotti ortofrutticoli trasformati, non contengono zuccheri o conservanti aggiunti.
Vogliamo che i succhi e le conserve abbiano esattamente il sapore dell’uva e della frutta da cui provengono.
A questo scopo, non filtriamo via tutta la bontà, ma pastorizziamo i nostri succhi lentamente, mantenendo i loro sapori e colori naturali. Quindi i risultati possono variare, di anno in anno.
moretto1olio2
Ci piace particolarmente questa idea perché significa che stiamo solo trasformando ciò che la natura ci ha dato: succhi e conserve biologiche, naturali e sane.

Sangiovese

Il Sangiovese è uno dei vitigni italiani più diffusi (le aree coltivate coprono l’11% della superficie viticola nazionale); viene coltivato dalla Romagna fino alla Campania ed è tradizionalmente il vitigno più diffuso in Toscana. Entra negli uvaggi di centinaia di vini, tra i quali alcuni dei più prestigiosi vini italiani: Brunello di Montalcino, Vino Nobile di Montepulciano, Chianti e Chianti Classico, Montefalco rosso, Carmignano, Rosso Piceno SuperioreSangiovese di Romagna, Morellino di Scansano e molti altri.

DSC03383

Sangiovese (san-jo-veh-zeh [sandʒoˈveːze]) is a red Italian wine grape variety whose name derives from the Latin sanguis Jovis, “the blood of Jove“. The most accredited theory about the origin of Sangiovese is in Romagna in the Town of Santarcangelo where the Romans would store the wine in Grotte Tufacee (caves) inside the Mons Jovis.

sangiovese5 sangiovese0 sangiovese scritta

Though it is the grape of most of central Italy from Romagna down to Lazio, Campania and Sicily, outside Italy it is most famous as the main component of the blend Brunello di Montalcino, Chianti, Carmignano, Vino Nobile di Montepulciano and Morellino di Scansano, although it can also be used to make varietal wines such as Rosso di Montalcino or Sangiovese di Romagna, as sangiovese4well as modern “Super Tuscan” wines like Tignanello. Young Sangiovese has fresh fruity flavors of strawberry and a little spiciness, but it readily takes on oaky, even tarry, flavors when aged in barrels.

Sangiovese was already well known by the 16th century. Recent DNA profiling by José Vouillamoz of the Istituto Agrario di San Michele all’Adige suggests that Sangiovese’s ancestors are Ciliegiolo and Calabrese Montenuovo. The former is well known as an ancient variety in Tuscany, the latter is an almost-extinct relic from the Calabria, the toe of Italy. At least fourteen Sangiovese clones exist, of which Brunello is one of the best regarded.

Trebbiano, la seconda varietà di uva più diffusa nel mondo

trebbiano0

fa parte di una delle famiglie di vitigni a frutto bianco tra i più diffusi in Italia, presenti nell’uvaggio di decine e decine di vini DOC, sia bianchi che rossi. Tra i vari cloni, che spesso prendono il nome dalla zona di provenienza o dall’areale di maggiore diffusione, ricordiamo il Trebbiano Toscano, il Trebbiano Abruzzese, il Trebbiano Romagnolo, Il Trebbiano di Soave, il Trebbiano Modenese, il Trebbiano Spoletino ed il Trebbiano Giallo.

Trebbiano4 trebbiano5

Da solo forma 6 diverse DOC (Trebbiano d’Abruzzo, Trebbiano di Romagna, Trebbiano di Aprilia, Trebbianino Val Trebbia dei Colli Piacentini, Trebbiano di Arborea, Trebbiano di Capriano del Colle). La sua vasta diffusione è dovuta alla capacità di adattarsi alle più diverse tipologie di terreno e condizioni climatiche, alla grande produttività ed alle caratteristiche del vino che ne deriva, generalmente gradevole e corretto e facilmente commerciabile. Infatti è sufficientemente neutro per essere impiegato in unione con altri vini dalla personalità più spiccata, senza sopraffarli anche se utilizzato in elevate percentuali.

trebbiano8trebbiano1

The second most widely planted grape in the worldTrebbiano3

Trebbiano is the second most widely planted grape in the world. It gives good yields, but tends to yield undistinguished wine. It can be fresh and fruity, but does not keep long. Its high acidity makes it important in Cognac production. Also known as Ugni blanc, in particular in France, it has many other names reflecting a family of local subtypes, particularly in Italy and France.

Trebbiano may have originated in the Eastern Mediterranean, and was known in Italy in Roman times. A subtype was recognized in Bologna in the thirteenth century, and as Ugni blanc made its way to France, possibly during the Papal retreat to Avignon in the fourteenth century.

An Italian study published in 2008 using DNA Trebbiano4typing showed a close genetic relationship between Garganega on the one hand and Trebbiano and several other grape varieties on the other hand. It is therefore possible that Garganega is one of the parents of Trebbiano, however, since the parents of Garganega have not been identified, the exact nature of the relationship could not be conclusively established.

La strada si riempì di pomodori

Mezzogiorno, estate, la luce si divide in due metà di un pomodoro, scorre per le strade il succo.08_03_12 154

In dicembre senza pausa il pomodoro, invade le cucine, entra per i pranzi, si siede riposato nelle credenze, tra i bicchieri e le saliere azzurre.
Emana una luce propria, maestà benigna. Dobbiamo, purtroppo, assassinarlo: affonda il coltello nella sua polpa vivente, è una rossa viscera, un sole fresco, profondo, inesauribile, riempie le insalate, si sposa allegramente con la chiara cipolla, e per festeggiare si lascia cadere l’olio, figlio essenziale dell’ulivo, sui suoi emisferi socchiusi, si aggiunge il pepe la sua fragranza, il sale il suo magnetismo: sono le nozze del giorno il prezzemolo08_03_12 145
issa la bandiera, le patate bollono vigorosamente, l’arrosto colpisce con il suo aroma la porta, è ora! andiamo! e sopra il tavolo, nel mezzo dell’estate, il pomodoro, astro della terra, stella ricorrente e feconda, ci mostra le sue circonvoluzioni, i suoi canali, l’insigne pienezza e l’abbondanza senza ossa, senza corazza, senza squame né spine, ci offre il dono del suo colore focoso e la totalità della sua freschezza.

Non avrei mai creduto che un frutto mi sarebbe piaciuto più della fragola, fino a quando la tua dolcezza mi ha colpito la bocca:

Di te io parlo, mia albicocca! Fresca o secca, marmellata o gelatina, La tua versatilità non è una farsa. Ma io ti preferisco dolce con il formaggio.
IMG_3179

One Comment on “I Prodotti

  1. Pingback: I PRODOTTI | Ca' di Ballo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: